Giovanni Caputo
Fare goal...in piscina! Io e la pallanuoto


Ho cominciato a giocare a pallanuoto quando avevo 8 anni. All'epoca facevo ancora nuoto e quell'anno vidi il cartellone dell'Open day, mi inincuriosii e decisi di provare. Mi è bastato testare per pochi minuti questo nuovo sport... mi sono convinto e ho deciso di iscrivermi al corso di Pallanuoto. Con il passare del tempo gli allenamenti sono diventati sempre più complicati e faticosi, ma solo così si migliora e si diventa competitivi.

Le partite si giocano 7 contro 7, incluso il portiere; i cambi sono illimitati. I ruoli sono definiti dai numeri da 1 a 6 (perché il portiere non viene considerato). I laterali giocano con l’1 e il 5 giocano più “larghi”, mentre il 2 e il 4 giocano più stretti. Il numero 6 è riservato al Boa (ovvero l'attaccante che in fase di attacco viene servito dai compagni per cercare di segnare) e il 3 é il giocatore che marca il Boa. A differenza della maggior parte degli sport di squadra nella pallanuoto tutti i giocatori sono coinvolti sia nella fase di attacco che in quella di difesa.
L'espulsione può essere di due tipi :

•Se un giocatore commette un fallo reputato scorretto dall'arbitro (e vi assicuro che sono molto frequenti) , il giocatore deve nuotare fino alla propria panchina per poi ritornare in campo o essere sostituito da un compagno.
• La squalifica è una sanzione più grave, si può prendere se si protesta con l'arbitro; il giocatore o l'allenatore coinvolto non può più giocare o allenare durante la partita (questa regola nei campionati dei ragazzi vale solo per l’allenatore).

Tornando a me, i primi veri risultati con la mia squadra li ho visti l'anno scorso, nella stagione 2016-2017, quando ci siamo qualificati alla “final 8”, ovvero la fase nella quale si scontrano le otto squadre più forti della Lombardia (su più di 30 squadre); Nei quarti di finale abbiamo affrontato il Busto Arsizio (che poi arriverà al 3°posto). Le partite erano divise in due tempi da 10 minuti. All' inizio siamo passati subito in svantaggio. Alla fine del primo tempo (in svantaggio di una rete) eravamo carichi e pronti a rimontare e infatti appena rientrati io ho segnato con un tiro dalla distanza riportando il risultato in parità. Prima della fine abbiamo preso un gol perché un nostro compagno é stato espulso. Quindi siamo finiti alle eliminatorie contro il Como dove abbiamo vinto 4-2 e infine nella finale 5°-6° abbiamo vinto 11-1; ci siamo quindi classificati quinti. Davvero una bella soddisfazione.