Francesco Scambia, Mattia Finotto
Vita da studente: cronaca tragicomica della giornata tipo di un dodicenne


Driiin… “è ora di andare a scuola!”; sono le 7:10 e devo prepararmi per l'ennesimo faticoso giorno di scuola. Si fanno le 7:15 e non sono ancora sceso dal letto malgrado le urla di mia madre … alle 7:30 mi preparo di gran fretta e alle 7:40 entro in macchina per incamminarmi e andare a scuola …


Alle 8:00 arrivo a scuola e … OVVIAMENTE si comincia con matematica e Italiano!!! Un inizio non proprio semplice; aspetto con ansia l’arrivo dell’ intervallo, l’unico momento in cui ci si può rilassare e mangiare.


Le altre tre ore sono forse le più stressanti, perché nel frattempo è sopraggiunta la stanchezza.


Ore 13,35: FINALMENTE!!!! è il tempo di tornare a casa e di mangiare come se non ci fosse un domani. Ore 14,10: finito di mangiare, mi metto a giocare ai videogiochi con la pancia piena.


Ore 15,30: purtroppo è arrivata l’ora di fare i benedettissimi compiti, sotto la stretta sorveglianza dei miei genitori…


Ore 17 FINITI I COMPITI!!! Posso ritornare nel mio paradiso digitale e “nerdare” senza che qualcuno mi stressi. Oltre che per i videogiochi, c’è tempo per giocare col cane, creare origami e fucili di carta.


Ore 17,05: mentre chatto e gioco con lo smartphone arrivo in cucina cercando di non sbattere contro il muro; giunto in cucina inizio a fare una merenda ultraabbondante, spazzolo tutto quello che trovo...tanto resto sempre un mingherlino.


Ore 18: esco !!! Finalmente …dopo una giornata passata a scuola, tra libri e tensioni, è arrivato il momento di sfogarsi un po’ con gli amici .


Ore 19 torno a casa e mi riposo un po’ con il mio cagnolino fino alle 20:00 circa


Ore 20,15 è arrivato il momento di cenare


Ore 21 faccio lo zaino , poi fino alle 22/22,30 guardo video a caso su youtube .


Ore 22,30 circa… per oggi è finita. Domani un altro round!